sabato 30 novembre 2013

La salvezza del mondo

Se il mondo sapesse chiamare “Maria” sarebbe salvo.
A chi ancora crede, nel mondo, Io dico: La salvezza del mondo è in Maria.
Unico ponte che ricongiunge il cielo alla terra.
Maria è come la luna rispetto al sole.
Ne è illuminata e riflette su voi la luce che l’ha illuminata, ma addolcendola di quei mistici vapori che la rendono sopportabile alla limitata vostra natura.
Il demonio ha ancora più ribrezzo del nome di Maria che del mio Nome e della mia Croce;
l’eco soltanto del nome di Maria lo mette in fuga.
Se il mondo sapesse chiamare Maria, sarebbe salvo.
Quel nome è scudo e difesa contro tutte le insidie, quel nome è musica di Cielo, quel nome fa trasalire di gioia la Trinità.
Nessun mortale, per santo che sia, può comprendere cosa sia per tutto il Cielo Maria.
E’ la radice e l’Albero dei Viventi: il Padre l’ha creata, l’Amore l’ha fecondata, e dal suo midollo è venuta la linfa di Grazia che v'ha dato il Frutto che è la Grazia stessa.
Vero Albero di Vita, Ella tende i suoi rami, carichi del Frutto del suo Seno, perché voi ne mangiate.
Ella Genitrice universale, versa il suo latte di grazia sui suoi poveri figli peccatori, deboli, malati, paurosi, stanchi.
Giardino colmo di fiori e api d’oro!
Orto chiuso e fonte soave!
Se il Pane vero è Gesù, è ancor Maria Colei che ha della Parola fatto un Uomo per darlo agli uomini a redenzione e nutrimento.

Sapienza, Vita, Forza è questo Pane, ma è ancor Purezza, Grazia, Umiltà.
Perché se questo Pane è Gesù, questo pane è ancor Maria che ha fatto Gesù col fiore del suo corpo e col miele del suo Cuore. 
Pane che ricorda la Passione divina, Pane che ricorda il vero Corpo e il vero Sangue di Gesù Cristo.
S'è fatta fior di farina per vostro amore, per amor degli uomini, s'è immolata, s'è ridotta in polvere fra le mole dell’ubbidienza e del dolore, e l’amore l’ha consegnata alla macina in cui la Corredentrice è divenuta, da spiga, fior di frumento.
Vergine bella, umile, casta, paziente, amorosa, per volere di Dio Immacolata, per volere suo fedele alla Grazia, Dio decretò:  “Tu non morrai, non può morire Colei che ha dato alla terra la Vita”, ma anzi per aver dato il Frutto del tuo seno, per averlo dato onde fosse colto, preso, mangiato e spremuto, Pane, Vino, Sangue, Redentore, si apriranno i tuoi occhi e sarai come Dio avendo la conoscenza del Bene e del Male, per amare e insegnare ad amare, mirabile Maestra, il primo, e per combattere con le tue armi il secondo.
Se non fosse per le cure di Maria, per le preghiere di Maria, la razza umana non sarebbe più.
L’avrei cancellata perché veramente il vostro vivere ha toccato il profondo del Male e la Giustizia è ferita, e la Pazienza è colmata, e la punizione è pronta; ma c’è Maria che vi ripara con il suo manto, e se Io posso, con un volger di sguardo, far prostrare il Paradiso e tremare gli astri, non posso nulla contro mia Madre.
Sono il suo Dio, ma sono sempre il suo Bambino.

Su quel Cuore mi sono riposato nel primo sonno d’infante e nell’ultimo della morte, e di quel Cuore so tutti i segreti.
So, dunque, che punirvi sarebbe dare un trafiggente dolore alla Madre del genere umano, alla Madre vera, che sempre spera potervi condurre al Figlio suo.
Sono il suo Dio ma Ella è mia Madre ed Io perfetto in tutto, vi sono Maestro anche in questo: nell’amore per la Madre.
A chi ancora crede, nel mondo, Io dico: “La salvezza del mondo è in Maria”.

Maria Valtorta, Diari

9 commenti:

  1. Io non sono credente, Luigi, ma questo testo è talmente bello! Ti cattura con la sua dolcezza, le immagini lievi e quell'amore infinito per la Madre. Simbolo e rapprresentazione di tutte le madri del mondo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono felice che ti piaccia Ambra: sono sicuro che un giorno anche tu scoprirai i tesori immensi del cuore della Madre!!!
      Un abbraccio

      Elimina
  2. Io sono un po' troppo disillusa per credere che questo mondo possa salvarsi, pero' un pellegrinaggio a Medjugorie è contemplato nei miei progetti, e non perche' abbia qualche grazia da chiedere...vorrei avere solo piu' fede, ecco, e se è vero che si torna da laggiu' completamente cambiati, io ci provo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anch'io ci ho provato Dony: la mia vita è cambiata dopo un viaggio a Fatima!!!
      Sono certo che farà bene anche a te
      Un bacione

      Elimina
  3. Mamma mia ! che descrizione meravigliosa e dolce ,piena di quel grande Amore che Lei sa donare ! Nel leggerlo ,mi sono venuti i brividi e le lacrime agli occhi !
    Non so se dovrei dirlo,ma io prego e parlo con Maria ,Lei é la mia consolatrice . Lei ti tende la mano e ti aiuta in ogni momento nella vita Lei é buona e ascolta sempre le mie preghiere !
    Grazie Luigi ,per questo meraviglioso momento .
    Un grande abbraccio Bianca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non devi aver timore di dirlo Bianca: anch'io faccio lo stesso e sento costantemente la Sua presenza nella mia vita!!!
      Un abbraccio forte

      Elimina
  4. Anche per me é la stessa gioia ,sono contenta di averti conosciuto Luigi ,sei una persona molto buona e sensibile !
    Un abbraccio Bianca

    RispondiElimina
  5. Luigi, ti devo ringraziare per il racconto che mi hai fatto conoscere. Non solo per i disegni e il modo di narrare, eccezionali (così some l'interpretazione di Servillo), ma soprattutto perché storia è meravigliosa e commovente. Alla fine mi ha fatto venire le lacrime agli occhi. Spero che da essa traggano ispirazione molte persone. E' bello pensare che non tutti gli uomini siano capaci solo di distruggere il mondo che li circonda... un abbraccio.

    RispondiElimina
  6. Il video che mi hai segnalato, l'ho visto. E' veramente commovente e bellissimo. Grazie!

    RispondiElimina