martedì 4 dicembre 2018

non preoccupatevi

C'e' una frase del Vangelo che mi ha sempre affascinato: “non preoccupatevi dunque del domani, perché il domani avrà già le sue inquietudini. A ciascun giorno basta la sua pena”; Mt. 6,24.
La nuova traduzione è ancora più incoraggiante: "...perché il domani si preoccuperà di se stesso".
Vivere il presente senza preoccuparsi troppo del futuro può rendere notevolmente più gradevole una vita in cui troppe sono le preoccupazioni inutili che spesso ci tolgono la serenità per pensare alle cose che veramente contano.
La maggior parte delle nostre preoccupazioni per il futuro non ha ragion d’essere.
Molti problemi che ci assillano non arriveranno mai sul nostro tavolo poiché, se riusciamo a mettere ordine nelle preoccupazioni, e li affrontiamo a tempo debito, si risolveranno da soli.
Ad una mamma che aveva osato avere nove figli, una donna domandò in tono di rimprovero: “ma come ha fatto signora ad avere tutti questi figli?”. “Uno alla volta” rispose saggiamente la prima.
Se cerchiamo di risolvere i problemi uno alla volta ne guadagneremo tanto in serenità e riusciremo a trovare tempo prezioso per pensare a tante altre cose che ci stanno a cuore.
Nel lavoro, poi, l’ordine nelle preoccupazioni è fondamentale per sopravvivere: se, infatti, abbiamo sulla scrivania tutte le pratiche da sbrigare per i prossimi dodici mesi, facilmente ci faremo prendere dall’angoscia; viceversa, se tiriamo fuori un fascicolo alla volta, quello più urgente, lavoreremo con molta più tranquillità e ci accorgeremo che molte di quelle pratiche che tanto ci spaventavano, se le esaminiamo a tempo debito, perderanno gran parte della difficoltà che ci incuteva tanto timore.
E non si tratta di essere imprevidenti, ma semplicemente di evitare le preoccupazioni inutili, in un tempo in cui la stragrande maggioranza delle persone è angosciata dai segni dei tempi, che lasciano presagire un futuro pieno di incertezze e catastrofi.
Quanto è importante allora credere davvero che "il domani si preoccuperà di se stesso" ed è inutile che perdiamo la pace oggi per quello che forse accadrà domani, perché "a ciascun giorno basta la sua pena".

13 commenti:

  1. Assolutamente sì.
    La coscienza pulita è un cuscino meraviglioso su cui dormire.

    Male non fare male non aspettarsi.

    Certo la calamità è sempre dietro l'angolo ma quella è a prescindere da tutto quindi non potendo essere valutata o pronosticata non sussiste nemmeno come ansia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Anna: è proprio bella la frase che hai usato; ho sempre considerato essenziale per me dormire su un cuscino pulito!!!

      Elimina
  2. Caro Luigi, voglio orientarti che il tuo blog non è sicuro, e potrebbe danneggiare tutti i tuoi dati.
    Se vuoi saperne di più passa da me, che è spiegato con chiarezza cosa si deve fare, tutto questo me lo a detto mio figlio molto esperto di informatica, ti consiglierei di farlo subito.
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. io sono di quelle che più che preoccuparsi del domani continuano a rimuginare su ieri: so che è deleterio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pericolosi anche i rimpianti cara Fede: dobbiamo imparare a stare nel presente; ne guadagneremo in pace e serenità!!!

      Elimina
  4. Hai ragione Luigi, inutile angustiarsi, a volte è inevitabile ma bisogna avere la forza di vivere meglio il presente. Abbraccio e buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a volte è inevitabile cara Pia, però da parte nostra dobbiamo fare il possibile per valorizzare di più il presente, stando in quello che facciamo.
      Ti auguro giorni sereni e pieni di pace
      Un abbraccione

      Elimina
  5. Caro Luigi ,prima cosa esistono ancora tante ,anzi tantissime cose belle intorno a noi e vicino a noi .
    Non roviniamoci lo spirito con le brutture che purtroppo si sentono e si leggono quasi tutti i giorni .
    Quindi cerchiamo di godere ogni giornata gia' al mattino e sorridiamo al sole e anche alla pioggia etc...siamo vivi e di questo dobbiamo sempre essere riconoscenti al Signore ,per tutto quello che abbiamo ..e poi mi viene in mente una frase molto famosa :chi vuol esser lieto sia,di doman non c'é certezza ...va quasi bene anche per questo nostro tempo ...
    a te un caro saluto e un abbraccio ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È una gioia risentirti Bianca: soltanto leggere il tuo nome mi mette di buon umore
      Un abbraccio forte forte

      Elimina
  6. e adesso ti ho mandato un grande sorriso...grazie tante ...a te caro Luigi auguro una serena settimana
    d'Avvento ..un caro abbraccio ..

    RispondiElimina
  7. Caro Luigi, il brano di Pino Daniele mi ha fatto sorridere e mi ha risollevata di morale....Colgo l'occasione per porgerti gli Auguri per un Sereno Natale. Un forte abbraccio.
    Erika

    RispondiElimina
    Risposte
    1. buon Natale anche a te cara Erika: un abbraccione!!!

      Elimina