venerdì 12 luglio 2013

come gli aquiloni


I figli sono come gli aquiloni,

passi la vita a cercare di farli alzare da terra.

Corri e corri con loro
fino a restare tutti e due senza fiato…
Come gli aquiloni, essi finiscono a terra…
e tu rappezzi e conforti, aggiusti e insegni.
Li vedi sollevarsi nel vento e li rassicuri
che presto impareranno a volare.
Infine sono in aria:
gli ci vuole più spago e tu seguiti a darne.
E a ogni metro di corda
che sfugge dalla tua mano
il cuore ti si riempie di gioia
e di tristezza insieme.
Giorno dopo giorno
l’aquilone si allontana sempre più
e tu senti che non passerà molto tempo
prima che quella bella creatura
spezzi il filo che vi unisce e si innalzi,
come è giusto che sia, libera e sola.
Allora soltanto saprai
di avere assolto il tuo compito.

Erma Bombeck

  (dal blog: lasignorainrosso.blogspot.it)

28 commenti:

  1. grazie Luigi...e si spera che volino senza cadere...!!! Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. voleranno che è una bellezza Laura!!!
      Un abbraccio a te

      Elimina
  2. Risposte
    1. I tuoi aquiloni sono pieni di colori meravigliosi Costantino!!!
      Buon week-end

      Elimina
  3. Sì, la giusta logica delle cose.
    Non l'avevo mai letta, è bellissima...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti consiglio di guardare anche il video: è stupendo!!!

      Elimina
    2. Bellissimo sì, ho aperto le ali ed ero io a volare...

      Elimina
  4. Davvero belle e vere le riflessioni di Erma Bombeck. E dolce e azzeccata la musica. Grazie. Buona estate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie a te Mari!!!
      Buona estate anche a te

      Elimina
  5. Si, è davvero così!! E a volte inaspettatamente ritornano un po' ammaccati a cercar rifugio... così li si accoglie con amore e nel frattempo si aggiusta qualche strappo, fino al prossimo volo che sarà sicuramente imminente! Non potrebbe essere diverso, se insegni ai figli a volare da soli.. quelli ritorneranno a farlo!
    Ciao Luigi!!
    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e poi bisogna trovare il coraggio di tagliare il filo quando è il momento!!!
      Un abbraccio

      Elimina
  6. Vero.. ma c'è quello invisibile che non si staglia mai.. e diventa visibile quando si perdono, è così che trovano la via del ritorno!!
    A te!!
    :-)

    RispondiElimina
  7. Quanta poesia in questa immagine degli aquiloni. Un po' triste, come sempre accade nel momento del distacco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. forse per una mamma è ancora più vera questa metafora Ambra!!!
      Buone vacanze

      Elimina
  8. Suoni e immagini bellissime che danno l'idea di libertà ed esplorazione felice del mondo. Sono il giusto accompagnamente alle parole della poesia. Mi piace molto la similitudine figli- aquiloni: è una saggia visione su cui mi trovo d'accordo, però...come Sara penso che rimanga un filo invisibile che non si spezza mai. Ciao, buona domenica Luigi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bentrovata Ninfa: sono contento che ti sia piaciuto il connubio, anche perchè so' che sei un ottima intenditrice di musica!!!
      E' vero: i fili invisibili non si spezzeranno mai, grazie a Dio.
      Buona settimana

      Elimina
  9. Semplicemente superlativa, Luigino ...
    ... con un sottofondo musicale che più ad hoc non potevi scegliere ...

    Un immenso abbraccione !

    M@ddy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Maddy, ho scelto quel video anche perchè non potendo partire per le isole del Pacifico mi accontento di contemplarle dall'alto!!!
      Un abbraccione anche a te

      Elimina
  10. so cosa si prova quando quel filo si spezza una folla di sentimenti tristi e felici poi se tutto va bene allora subentra si è soddisfatti per il buon esito a cui hai in parte contribuito auguri a tutti i genitori

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e' figli so' piezze e core, dicono dalle mie parti!!!
      Buona serata

      Elimina
  11. penso sia il desiderio di ogni genitore veder il proprio "progetto" prendere forma e camminare (o volare) autonomamente.
    pensa però, siamo tutti figli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. siamo tutti figli e genitori, anche se non abbiamo ancora messo al mondo bambini!!!

      Elimina
  12. Ritengo che sia una cosa normale il fatto che i figli, ad un certo momento, taglino il cordone ombelicale. L'importante è continuare a tenere un sano rapporto ed aiutarli a percorrere da soli il cammino della loro vita. Malgrado il divorzio dalla mia prima moglie, conservo con mio figlio un rapporto amichevole e lo consiglio da distante, anche se non ne ha molto bisogno. Buon fine settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è proprio il sano distacco che spesso diventa l'impresa più difficile Elio!!!
      Buon week-end anche a te

      Elimina
  13. Quanto ho sofferto,quando ho visto i miei aquiloni volare via ! Quanta gioia poi ,quando sono ritornati!
    Ora le mie 2 colombelle sono quì ,nelle mie vicinanze , ma quel filo sottile non si spezzerà mai, é sempre vivo come quel primo giorno della loro vita !
    So quanto ha sofferto mia madre quando io ho preso il volo ed ho cercato altri cieli .
    Ora quando ci penso, mi dispiace di averle dato così un grande dolore !
    Bellissima la musica ,accompagnata da paesaggi di sogno ,che fanno volare la tua fantasia !
    Grazie Luigi ,sempre ,per questi tuoi post . Un abbraccio , Bianca.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio così Bianca: la vita è fatta di corsi e ricorsi;
      il bello è che poi arrivano i nipoti!!!
      Un abbraccio a te

      Elimina
  14. Que entrada tan bella, un placer pasar a leerte.
    te dejo un abrazo.

    *´¨)
    ¸.•´¸.•*´¨) ¸.•*¨)
    (¸.•´ (¸.•` Buen fin de Semana, con todo cariño!

    RispondiElimina
  15. abrazos a te querida Cristina!!!
    Espero por ti un week-end hermoso
    A presto

    RispondiElimina