venerdì 5 luglio 2013

voce di un altro mondo

Qualche giorno fa, mentre tornavo a casa da lavoro, la mia attenzione è stata catturata da un cartellone pubblicitario relativo ad un concerto che si terrà il prossimo 2 settembre all'Arena di Verona.
Da quanto ho capito, nel concerto si esibiranno insieme, ma anche singolarmente presumo, un noto cantautore italiano, Franco Battiato, ed il gruppo americano Antony and the johnsons.
Mi sono domandato allora chi diavolo fossero questi Antony and the johnsons e, dopo una breve indagine, ho scoperto che avevano partecipato addirittura all'ultimo festival di Sanremo in qualità di ospiti stranieri.
Prima o poi dovrò ascoltare qualcosa di questo gruppo, ho detto a me stesso, appena riavutomi dallo shock che mi causa sempre scoprire una falla nella mia cultura musicale (sentivo già qualcuno rimproverarmi: "proprio tu non sai chi sono gli Antony and the johnsons?).
 Alla prima occasione, perciò, ho dovuto tappare la falla, prima che diventasse una voragine...
E quale meraviglia ho provato ascoltando la voce di quest'uomo che risponde al nome di Antony Hegarty, l'anima del gruppo.
Antony è un artista unico, come la sua voce struggente e malinconica, espressione di una personalità musicale profondissima e indefinibile, capace di far entrare l’ascoltatore nella sua sfera più intima e umana, con una naturalezza commovente, che va ben al di la del mero timbro vocale, per quanto eccezionale.
Quest'omone di quasi due metri, dalla corporatura abbondante e generosa, possiede la grazia e lo sguardo di un bambino che si affaccia per la prima volta nel mondo.
La sua voce profonda e fragile spalanca orizzonti che non appartengono a questa terra e chissà da dove arrivano.
Per me è stata una autentica folgorazione e ci tenevo a farvi ascoltare uno dei suoi brani più belli: "cut the word", che insieme all'indimenticabile cover "crazy in love", mi ha più affascinato.
Buon ascolto



14 commenti:

  1. proprio tu non sai chi sono gli Antony and the johnsons????
    Ahahahahaha! io sì li conoscevo, bella musica davvero e mi piacerebbe davvero porteli ascoltare con Battiato!!

    RispondiElimina
  2. c'è sempre da imparare a questo mondo cara Sara!!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Ciao Luigi, sono stata "movimentata" tra lavoro e quattro giorni di vacanza...grazie della visita e dei commenti (troooopppo generosi) :)... in realtà graditissimi.
    Quando ci mette alla finestra col sentire più profondo e lo si stende come panni al sole... una carezza di vento fa un infinito piacere.

    Ciao a presto Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bellissime le tue immagini poetiche, come sempre!!!
      A presto Anto

      Elimina
  4. Luigi, caspita, anch'io non sapevo nulla di questo Hegarty, per me illustre sconosciuto. Povera me.
    Ma hai pienamente ragione. Quella sua voce struggente è di una grandezza eccezionale. Sono contenta di essere passata di qui e di aver scoperto. grazie a te, questa voce indimenticabile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dobbiamo rimanere al passo con il tempi cara Ambra e tenerci aggiornati!!!
      Buone vacanze

      Elimina
  5. Precioso sitio, llego hasta tu blog por intermedio del blog de Ámbar , con tu permiso me quedo para seguirte.
    http://perfumederosas-cristina.blogspot.com/

    (¯`'•.¸(♥)¸.•'´¯) Abrazos desde Uruguay! (¯`'•.¸(♥)¸.•'´¯)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bienvenida Cristina
      yo quiero l'Uruguay!!!
      Besos

      Elimina
  6. gran bell'ascolto, video che poche volte vedo fino in fondo in prima battuta: grazie della segnalazione.
    bel post, che incanta nella lettura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sei troppo buona!!!
      Grazie e a presto

      Elimina
  7. Raffinato e originale il video ,peccato, mi abbia lasciato una grande tristezza !
    Ho ascoltato le sue altre canzoni, velate di una dolce tristezza ,(ora questa musica mi accompagnerà per qualche giorno .)
    Il timbro ,e la modulazione della sua voce,sembra uscire dalle sue labbra ,senza fatica, come un sospiro delicato , per arrivare ai toni alti ,così dolci e soavi ,più vicini alla musica celestiale ,e con note di profonda commozione.
    È vero come dici tu Luigi ,é una voce che viene da un altro mondo, il suo mondo interiore, un mondo speciale ,che solo lui può capire e gioire .
    Grazie per questo tuo bel post ,sempre interessante ,e le tue riflessioni ,cariche di dolci parole !
    Un abbraccio Bianca

    RispondiElimina
  8. in effetti non è che sprizzi di gioia il nostro Antony: però canta in un modo sublime!!!
    Un abbraccio anche a te Bianca

    RispondiElimina
  9. Eh sì... ma la malinconia riscalda l'anima... non credi?
    Piaciuti e non poco.Con Battiato deve essere sublime ascoltarli.

    RispondiElimina
  10. Devo confessare che li scopro solo venendo da te. Pazienza, ma la mia cultura musicale è piuttosto rivolta all'Opera. Un caro saluto.

    RispondiElimina