venerdì 13 aprile 2018

nuvole

L’uomo seduto sulla panchina guardava rapito un gruppo di nuvole bianche che continuava a svilupparsi espandendo la propria eterea circonferenza a velocità siderale.
Pareva estasiato dalla visione di quel grandioso affresco che il sole illuminava in modo sorprendente, mentre nuove onde di bianco sempre più vivo crescevano dal di dentro. Quell’esplosione di vapore candido evocava orizzonti misteriosi e sconfinate maree spumeggianti di vita. 


2 commenti:

  1. Genere molto poetico, una fusione tra immagini e parole...

    Un abbraccio ...ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è l'incipit del mio nuovo r.......;
      Un bacio

      Elimina