giovedì 10 dicembre 2015

le cose che non sopporto

I genitori che portano ancora i bambini, ormai già grandi, in passeggino; (confesso che più di una volta mi ha assalito la tentazione di dirgli che di questo passo faranno dei loro figli dei debosciati, ma poi non lo dico mai, non tanto per timore della risposta più scontata: "perché non ti fai i c... tuoi?", quanto per paura di beccare l'unico bambino paraplegico in circolazione a quell'ora.

Soltanto l'idea che qualcuno possa leggere un libro di Bruno Vespa.

Le ragnatele che mi si appiccicano sulla faccia mentre cammino in mezzo ai boschi.

Il riso con i piselli.

La gente in coda per acquistare l'ultimo modello di iPhone.

Gli uomini che vanno a farsi le lampade; (posso riuscire anche ad accettare con fatica che ci vada una donna, ma solo l'idea che ci possa andare un uomo mi fa uscire dai gangheri).

Vedere gente che cucina in televisione; (sembra che ormai siano diventati tutti grandi chef e ci tengano a dimostrarlo; basta, non se ne può più: aridatece gli spaghetti aglio e oglio!!!).

Le signore che portano i loro bei cagnolini avvolti in morbide pellicce alla moda.

I tatuaggi che escono da tutte le parti;  (soltanto l'idea che un giornale o un servizio televisivo debba raccontarci in quali parti del corpo è stato fatto l'ultimo tatuaggio di Neviano o Sempronia mi sconvolge).

Il fatto che se uno ammazza un cane rischia una condanna penale e se ammazza un bambino in attesa di nascere esercita un diritto di libertà.

Solo l'idea che a qualcuno possa venire in mente di guardare un reality in televisione.

Gli individui che mi camminano alle spalle; (mi inquietano al punto che devo fermarmi e farli passare avanti).

Le persone che fanno la fila per comprare l'ultimo gusto delle cialde prodotte dalla nota marca di caffè espresso; (ma avete mai provato la vecchia caffettiera napoletana? Perché fare il caffè è un'arte!!!).

Seguiranno aggiornamenti...


21 commenti:

  1. Più che d'accordo con te, specialmente per la caffettiera napoletana, altro che moka!
    Solo un appunto: perchè non ti piace il riso con i piselli? Se te lo preparo io, scommettiamo che ti piace?
    Abbraccio

    RispondiElimina
  2. Ciao Luigi. Ti assicuro che non mi tenevo più dal ridere nel leggere il tuo post. Condivido, condivido e condivido, ma solo al 98 percento. Perché vedi, disapprovo naturalmente i genitori che danno il cosiddetto ciuccio in bocca ad un bambino di 6 anni (almeno uno l'ho visto), ma non mi suscitano nulla. E quanto alle cialde, come le chiami tu, ma si vede che non sei un intenditore, perché la nota casa di caffè espresso le chiama capsule e mi dispiace, ma sono riusciti a fare un'arte anche della scelta delle capsule nei loro sofisticatissimi negozi (loro le chiamano boutiques)...
    Ti lascio il mio abbraccio e la mia simpatia:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara Ambra mi hanno detto anche altri che sono molto buone queste capsule: non metto in dubbio; però questa tendenza ad avere tutto e subito, senza la pazienza di aspettare neanche pochi minuti, mi sembra proprio una mania dei tempi moderni!!!
      Buon fine settimana

      Elimina
  3. Luigi, condivido la maggior parte le cose che anche tu non sopporti. E nel mio caso ce ne sono anche tante altre, fra cui quella che forse più mi infastidisce è ascoltare i "tuttologi" che nelle trasmissioni TV blaterano a più non posso e sanno tutto di tutto credendosi gli unici depositari della verità. Ma per quello c'è un rimedio ... basta un semplice clic.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai proprio ragione Carla: spesso è meglio spegnerla la televisione che continuare a cercare qualcosa di decente che valga la pena guardare!!!
      A presto

      Elimina
  4. Sono venuta a curiosare un pochino da te ...e mi sono trovata questo tuo post ,anche divertente e condivido la maggior parte di quello che a te da fastidio ...la ragnatela....
    è una cosa che non sopporto ,perchè mi si appiccica sul viso , sul naso e sugli occhi ...
    Non sono una che guarda molto la televisione ...quindi mi risparmio questo tempo perduto e a volte pure il mal di stomaco, ascolto volentieri la musica... questa mi rilassa e mi dona pensieri positivi e sereni , poi dipingo ...e sono sola con me stessa ,i miei colori e la mia anima ,che io ascolto ...
    Ciao Luigi ,mi ha fatto piacere scriverti , ti auguro un sereno fine settimana ...e accendiamo la terza candelina dell'Avvento...un abbraccio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono felice di ritrovarti Bianca: anche se non ci sentiamo spesso sono consapevole che non ci perdiamo mai di vista!!!
      Auguro anche a te un proficuo e pieno cammino di preparazione al Natale!!!
      Un abbraccio a te

      Elimina
  5. Anche a te Luigi ...con tutto il cuore ...
    Grazie e serena notte ...

    RispondiElimina
  6. Moltissimi punti in comune... ma i libri di Vespa... ma chi se li compra e, soprattutto, chi se li legge?! E poi detesto i centri commerciali e chi mi passa avanti nelle code, quelli che lasciano i figli scorazzare per le spiagge come dei cani sciolti. Vabbè continua l'anno prossimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. continuerò sicuramente cara Anto!!!
      A presto

      Elimina
  7. Un post divertente che mi fa venire voglia di scriverne uno con quello che non sopporto io...Mi trovo d'accordo con diversi dei tuoi punti, però il riso coi piselli mi piace e poi, pur condividendo assolutamente l'ultima tua cosa odiata (ho provato la caffettiera napoletana, ma anche la classica moka può andar bene) aspetto con impazienza che una mia amica mi porti quelle belle e colorate capsule usate per provare a farne della bigiotteria. Ciao, Luigi!

    RispondiElimina
  8. in realtà devo confessare che piace anche a me il famoso espresso...
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  9. sottoscrivo quasi tutto, ma soprattutto l'ultima!!!
    o mi fa il caffé george clooney in persona oppure non rinuncerò al profumo della moka!

    RispondiElimina
  10. Ciao Luigi...ahahah spettacolare il tuo post. Dunque il passeggino. Io lo uso come servizio scopa ( tenere Bea in braccio è un disastro pesa troppo) di solito lei cammina ma per i tratti molto lunghi lo porto. Ti devo dire però, che quando cammina con i bimbi della sua scuola dell'infanzia il passeggino non lo porto mai perchè piuttosto si trascina ma non vuole essere "piccola". Oltretutto la responsabile della scuola ha il culto delle camminate e i bambini indossano la pettorina "nati per camminare". Un pò come la vita, no? Per il resto sottoscrivo eccetto il programma che seguo più di tutti...masterchef...eh lo soooooooooo ma mi piace taaaaanto! Ti auguro Buone Feste!!!

    RispondiElimina
  11. Tantissimi auguri e le serene festività...

    RispondiElimina
  12. Carissimo, molte di quelle che hai citato danno l'orticaria anche a me. In ogni caso ho notato che molti trovano irritanti le persone che non hanno l'iphone, i tatuaggi, vestono in modo banale, che non sono mai informati sui programmi in TV e che parlano sempre di Dio come fosse un essere reale anche se in realtà non possono sapere se esista davvero. Come vedi siamo tutti diversi e dobbiamo sforzarci almeno di tollerarci a vicenda. Un abbraccio forte. Buon Natale, amico mio.

    RispondiElimina
  13. Tantissimi auguri carissimo Luigi, buon Natale a te e alla tua famiglia!

    RispondiElimina
  14. Un pò in ritardo ...ma ancora entro i termini validi delle Festività Natalizie.... quei 13 giorni nei quali senti in te una strana e bella sensazione... è una settimana tutta diversa dalle altre ... un filo mi sostiene ..mi sento più vicino al cielo ,al Sommo Creatore ... e sento che le mie preghiere saranno ascoltate ...scusa questi miei pensieri..mi è venuto così spontaneo dirlo....
    Caro Luigi. auguro anche a te la serenità di queste giornate ...un caro abbraccio ...

    RispondiElimina
  15. Ciao Luigi d'accordo con te su tutta la linea ed in modo particolare sui libri di Vespa. Peccato che non ti piaccia il riso con piselli perché sono il "re" (hihihi) del "risoto coi bisi". Un grande augurio per un ottimo 2016 a te e famiglia.

    RispondiElimina