giovedì 15 novembre 2012

la piccola bambina

E quel che è facile e istintivo è disperare ed è la grande tentazione.
La piccola speranza avanza fra le due sorelle maggiori e su di lei nessuno volge lo sguardo.
Sulla via della salvezza, sulla via carnale, sulla via accidentata della salvezza, sulla strada interminabile, sulla strada fra le sue due sorelle la piccola speranza. Avanza.
Fra le due sorelle maggiori. Quella che è sposata. E quella che è madre.
E non si fa attenzione, il popolo cristiano non fa attenzione che alle due sorelle maggiori. La prima e l'ultima. Che badano alle cose più urgenti. Al tempo presente. All'attimo momentaneo che passa.
Il popolo cristiano non vede che le due sorelle maggiori, non ha occhi che per le due sorelle maggiori.
Quella a destra e quella a sinistra. E quasi non vede quella ch'è al centro.
La piccola, quella che va ancora a scuola. E che cammina. Persa fra le gonne delle sorelle.
E ama credere che sono le due grandi a portarsi dietro la piccola per mano. Al centro. Fra loro due.
Per farle fare questa strada accidentata della salvezza.
Ciechi che sono a non veder invece Che è lei al centro a spinger le due sorelle maggiori.
E che senza di lei loro non sarebbero nulla. Se non due donne avanti negli anni.
Due donne d'una certa età. Sciupate dalla vita.
È lei, questa piccola, che spinge avanti ogni cosa.
Perché la Fede non vede se non ciò che è. E lei, lei vede ciò che sarà.
La Carità non ama se non ciò che è. E lei, lei ama ciò che sarà.
La Fede vede ciò che è. Nel Tempo e nell'Eternità.
La Speranza vede ciò che sarà. Nel tempo e per l'eternità. Per così dire nel futuro della stessa eternità.
La Carità ama ciò che è. Nel Tempo e nell'Eternità. Dio e il prossimo.
Così come la Fede vede. Dio e la creazione. Ma la Speranza ama ciò che sarà. Nel tempo e per l'eternità. Per così dire nel futuro dell'eternità. La Speranza vede quel che non è ancora e che sarà.
Ama quel che non è ancora e che sarà. Nel futuro del tempo e dell'eternità.
Sul sentiero in salita, sabbioso, disagevole. Sulla strada in salita.
Trascinata, aggrappata alle braccia delle due sorelle maggiori, Che la tengono per mano,
La piccola speranza. Avanza. E in mezzo alle due sorelle maggiori sembra lasciarsi tirare.
Come una bambina che non abbia la forza di camminare.
E venga trascinata su questa strada contro la sua volontà.
Mentre è lei a far camminar le altre due. E a trascinarle, E a far camminare tutti quanti, E a trascinarli.
Perché si lavora sempre solo per i bambini.
E le due grandi camminan solo per la piccola.

Charles Péguy            da   "Il portico del mistero della seconda virtù"

16 commenti:

  1. Fa piacere rileggere questo brano...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi è capitato tra le mani un libro che parla di lui e sono rimasto folgorato!!!

      Elimina
  2. Che bel brano......non lo conoscevo.
    La piccola bambina si chiama speranza, futuro....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il suo segreto è rimanere piccola...

      Elimina
  3. Brano interessante,
    ciao Luigi
    buon pomeriggio

    RispondiElimina
  4. Fede, speranza, carità: dovremmo riscoprire questi tre pilastri esistenziali. Buon fine settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono tre sorelle che vivono sempre insieme: solo in cielo si divideranno!!!
      Buon week-end a te

      Elimina
  5. Interessante questo passo del libro. Da approfondire. Ciao Luigi, buon fine settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sarà un fine settimana col cappotto Elio: qui è arrivato finalmente il fresco; credo che dalle tue parti invece l'aria frizzante si senta già da tempo!!!
      Buona serata

      Elimina
  6. Non conoscevo questo testo e, confesso, neanche l'autore. E' un brano che, per me, ha qualche passaggio un pò oscuro, sarà che non ho una grande conoscenza teologica, però trovo interessante questa figura, la Speranza, piccola ma trascinatrice, uno sguardo verso il futuro. E' questo sentimento che mi ha dato la forza di reggere anche nei momenti più difficili. Ciao Luigi, buona settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non avrai una grande conoscenza teologica ma di tutto il resto non ti manca niente!!!
      Un sorriso grato

      Elimina
  7. un bellissimo passo,che non conoscevo,ma la fede e la speranza sono le virtù che aiutano ad uscire dal buio,grazie Luigi,ti abbraccio

    RispondiElimina
  8. Qui imparo tante cose... grzaie.

    RispondiElimina