lunedì 29 agosto 2011

ogni tanto...

devo riascoltarla!
La prima volta fu una folgorazione: io, così prevenuto verso la musica sinfonica, rimasi senza fiato!
Solo una persona che ha esplorato ed attraversato le profondità dell'animo umano può scrivere musica così...

25 commenti:

  1. Caspita! Eccome! E' Beethoven, mica Allevi! ;-)

    RispondiElimina
  2. Come non amare la musica di questo genere? Io il prossimo sabato andrò a sentire la pianista Maria Bisi...me la godrò nota su nota. Abbraccio caro
    PS sei su Facebook?

    RispondiElimina
  3. @ Adriana: tu si che te ne intendi!!!

    @ Annamaria: un abbraccio a te; non sono su FB!

    RispondiElimina
  4. Musica che aiuta l'umore nutrendo l'anima :)
    hai mai visto Amata immortale?
    un abbraccione e una splendida settimana per te!

    RispondiElimina
  5. Eh, eh, con un fidanzato musicista ho dovuto impegnarmi e documentarmi!

    RispondiElimina
  6. ciao Mari: non l'ho visto ma vado subito ad approfondire e poi ti faccio sapere!!!
    Un bacione

    RispondiElimina
  7. Ecco la dimostrazione di quanto sua sbagliato essere prevenuti...
    ...personalmente ho spento i pensieri e ho lasciato campo libero solo alle sensazioni, poi ho acceso l'audio...ed è stato fantastico...

    Un bacio!

    Maddy

    RispondiElimina
  8. Be'... Beethoven è Beethoven!!
    Io l'ho sentita ad un concerto a San Paolo in Brasile... dal vivo è un cosa incredibile!! da pelle d'oca!
    Grazie di averla proposta!!
    :-)

    RispondiElimina
  9. Bella, bellissima, meravigliosa!!! Sono cresciuta sentendo musica classica, a casa mia si ascoltavano dischi e mio fratello suonava il piano..così ho sempre nelle orecchie e nel cuore quelle arie sublimi...davvero un nutrimento per lo spirito. Grazie per averla condivisa con noi, bacio grosso! Anche tu mi sei mancato!
    Cinzia

    RispondiElimina
  10. I compositori capaci di grandi costruzioni riescono a rendere visibile il non detto che è alla base della vita. Fa sempre bene ascoltarli

    RispondiElimina
  11. Ne so qualcosa di folgorazioni simili. Avevo 13 anni quando un'amica di famiglia mi portò a teatro: "spalmata" al soffitto (loggione numerato) fui rapita dalla Nona di Beethoven. Ricordo lo sguardo felice della persona che mi accompagnava: era stata un po' una scommessa per lei e , in fondo, temeva che mi sarei annoiata. Invece...

    RispondiElimina
  12. Adoro la musica classica...
    Baci e note antiche

    RispondiElimina
  13. Ciao Luigi, per me la musica sinfonica ha una particolare relazione con l'animo umano, bisogna distaccarsi per qualche istante dalla quotidianità e calarsi totalmente dentro le sue note, per percepirla e coglierne tutta la bellezza e la profondità!

    Allegra settimana e un abbraccio!

    RispondiElimina
  14. Davvero affascinante. Io, da vera ignorante in materia, mi godo la sinfonica con un approccio completamente istintivo.
    La prevenzione invece l'ho sviluppata contro la lirica, che i miei genitori, quando ero bambina, mi costringevano ad andare a sentire.
    Canzonette, in confronto.

    RispondiElimina
  15. Ciao Luigi, credo che Dio mandi a noi alcuni doni da utilizzare per regalarli al mondo e farci capire che non siamo solo carne e ossa...lo dicono anche le meraviglie che si vedono nel video...penso che i talenti che abbiamo debbano essere usati e dati agli altri sotto forma di arte, parole immagini...sarebbe sprecare qualcosa di unico...umiltà e riconoscenza...
    Come si fa a non aver bisogno di tutto ciò che ci ricorda osa veramente siamo???...a presto, Barbara

    RispondiElimina
  16. Grazie Luigi, è una delle mie preferite assieme all'adagietto della quinta di Mahler che era la colonna sonora di "Morte a Venezia". Vedi, con me c'è sempre Venezia di mezzo. Un cordiale saluto.

    RispondiElimina
  17. Non ci sono parole per descrivere questa musica meravigliosa! L'ultima volta (e forse anche la prima?) che l'ho ascoltata è stato nel film "Il discorso del re", se non sbaglio...Quando le colonne sonore sono di quello spessore non si dimenticano e lo dice una che non è molto abituata ad ascoltare musica classica. Buona settimana!

    RispondiElimina
  18. Ciao Luigi,
    non la conoscevo. Effettivamente non ascolto Beethoven, forse sono più Allevi-style.
    L'ho ascoltata (quasi) tutta. Ammetto che è rilassante.
    A presto

    RispondiElimina
  19. ciao Luigi, grazie bellissima musica, distende e da la carica , molto emozionante come dicevi anche tu, chi e' capace di fare cio' deve essere un genio, con una sensibilita' molto spiccata, talvolta non capita, come succede per tutte le persone troppo avanti, ciao buon week end a presto rosa

    RispondiElimina
  20. Non avevo mai ascoltato questa melodia ma è un'alchimia per il cuore e lo spirito
    Grazie!

    RispondiElimina