venerdì 14 luglio 2017

quale viaggio ci interessa veramente?

Mi sarebbe piaciuto diventare un travel blogger.
Avrei voluto girare il mondo e cogliere l'anima di ogni luogo; trasfonderla su un foglio bianco e diffonderla nell'etere. 
E invece sono diventato un blogger che viaggia dentro, preferendo esplorare il mondo che anima l'universo sconfinato dell'essere umano.
Qual'è il viaggio più importante?
Se non conosciamo l'universo che si agita dentro di noi come potremo decifrare quello che ci circonda?
In un mondo in cui tutti i desideri devono essere esauditi, le mete raggiunte e i sogni realizzati subito o al più presto, può capitare invece di scoprire proprio tra le strade della propria città qualcosa che ci conquista, in un paesaggio noto che all'improvviso si accende per una voce, un odore, una luce.
Il vero mezzo di trasporto è l'introspezione, senza la quale non c'è distanza capace di trasformarsi in qualcosa che resti dentro di noi:
i viaggi funzionano solo se la scintilla è già scoccata, qualcosa da cercare, qualcuno da incontrare, un'idea, un sogno da inseguire, non importa se si finirà poi per trovare tutt'altro.
Perchè l'unico viaggio che conta veramente è quello dentro di noi.

36 commenti:

  1. Oso dire con certezza e forza che questo tuo post è stupendo! Soprattutto l'ultima frase: "l'unico viaggio che conta veramente è quello dentro di noi"
    Consapevolezza di ciò che accade dentro di noi e la fede è una grande fonte di energia per riuscirci. Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. qualcuno diceva che il modo migliore per spiegare il mondo è raccontare se stessi, cara Annamaria.
      Io ci provo...
      Un abbraccio

      Elimina
  2. Viaggiare dentro se stessi non è da poco. Anzi è da pochi Luigi. Siamo solo per pochi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cerchiamo di allargare il gruppo Laura!!!
      Un abbraccio

      Elimina
  3. Hai ragione , caro Luigi!!!Serena estate!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. splendida estate anche a te Erika!!!
      Un bacione

      Elimina
  4. Ciao Luigi!
    Io parlo di esperienza personale... ho viaggiato tanto, ma più che viaggi turistici son state esperienze di vita che mi hanno aiutato nel mio viaggio interiore.
    Con quelle esperienze ho fatto ho capito cose che non avrei mai appreso senza quel vivere!
    Anche ora, persa in questa dura realtà uso una parte che nemmeno avevo mai saputo di avere.
    Io ritengo che viaggiare sia fondamentale per arrivare a raggiungere i nostri limiti e mettersi alla prova con sfide continue e superarle.... una dopo l'altra. Io, e vale per me ovviamnete, così facendo ho imparato a Vivere davvero!
    Un bacio! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ops... Mi sa che sono entrata con l'account errato!
      Sono Sara di Tutto il resto è vita! ^_^

      Elimina
    2. ciao Sara, che gioia risentirti!!!
      E' molto vero quello che scrivi: in effetti c'è una grande differenza tra i viaggi di svago e quelli "di vita", e sono convinto che i secondi aiutino molto di più ad allargare gli orizzonti e trovare quelle risorse che nemmeno si pensava di avere!!!
      Un abbraccio forte forte

      Elimina
    3. A chi mi viene a trovare chiedo sempre di avere tempo a disposizione. Fare 13/15 ore di viaggio per stare una settimana non vale la pena... meglio fare un viaggio low coast senza fare mille escursioni!
      I Viaggi devo arricchire... se stancano non ne vale la pena!
      Un abbraccio a Te Luigi!!

      Elimina
    4. ci faccio un pensierino allora...

      Elimina
  5. Sai, spesso si viaggia anche per allontanarsi da se stessi, per mettere a tacere e rendere innocua quella vocina dentro di noi. Il miracolo avviene quando qualcuno in comunione con se stesso e con Dio è in viaggio per godere del Creato in tutte le sue sfaccettature. Buona estate, mio caro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti tra una settimana vado a Lisbona cara Sonia, e spero di riuscire a godermi serenamente questa fantastica città!!!
      Un abbraccio

      Elimina
  6. Anch'io quest'anno dovevo andare a Lisbona (avevo già comprato la guida), invece i programmi sono cambiati e vado altrove. Spero di capire molto di me in questo nuovo viaggio e spero di godere molto del creato! Tu divertiti anche per me! SE tutto va bene ci vado l'anno prossimo!

    RispondiElimina
  7. Ed il bello sai qual'è?
    Che quel "viaggio interiore" sei tu a doverlo rendere finito o infinito....

    Ciao ....stai bene

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sei proprio sicura che sia così?
      No siamo piuttosto costretti a viaggiare costantemente alla ricerca di una fonte che possa dissetare il nostro bisogno inesauribile di abbeverarci ad un infinito che ci dia senso?

      Elimina


    2. Mi chiedevo come mai sui tuoi ultimi post nessuno passa per un saluto!

      Va tutto bene?

      Elimina
    3. colpa mia; non riesco più a commentare i post degli amici e loro giustamente mi trascurano.
      Ma non sono il tipo che si scoraggia per questo.
      Va un po' meglio?

      Elimina

  8. La mia risposta è NO,non va meglio ,quando sento quello che sento...non va meglio ...

    Quale differenza c'è nel tuo chiedermi se sto bene e nel mio chiederti se stai bene?




    RispondiElimina
  9. Do ut des è questo che mobilita gli amici virtuali nel commentare i post...!..e tu sei lì a fartene una colpa ed a giustificare la trascuratezza altrui scrivendo oltretutto che non è questo a scoraggiarti!?

    Ma cosa ti incoraggia la mia ammissione di aver compreso quanto scarso amore ci sia per ridursi a questo!!

    Non so nemmeno perché continuo a scrivere in rete qualcosa che tutti sanno e nessuno ammette...No non va meglio perché il male è in me che parlo di mancanza di amore,sono io il centro dell'attenzione non l'attenzione il centro degli altri!

    Ho capito quanto faccia male persino ammettere di voler bene a qualcuno che nella realtà non conosci,ho capito quanto faccia male chiedere un stai bene?...dopo aver letto fottuti post(scusa il termine)che parlano di lutto,malattia ed altro,ho capito quanto mi faccia male cercare di svegliare le coscienze che spesso mentono per analizzare visitatori a loro insaputa.....ho capito quanto mi faccia male trovarmi in un mondo indifferente e superficiale dove versare lacrime di gioia o di sofferenza non è possibile perché si fugge da se stessi e dalla capacità resa incapacità di provare emozioni o magari scoprire che quella gioia era inganno e che quella sofferenza era vana....

    Do ut des....sostituisce bene l'incapacità di provare amore...No,non va meglio quando durante un viaggio tutti i passeggeri scompaiono o magari sono dietro le quinte e qualcuno ti chiede se va meglio!!

    Non è a me che deve essere data una certa attenzione ma ne Deve ognuno a se stesso!

    Buona giornata!

    RispondiElimina
  10. Luigi mi dispiace,mi dispiace se sono stata così diretta ,potrei aver offeso te e questa non è mai stata la mia intenzione...ti chiedo scusa ,non ho nessun interesse ad offendere nessuno, io sono una persona che prova emozioni, e scrive quel che sente, lo dimostra la mia presenza ancora qui....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non c'è nulla di cui offendersi amica mia; la tua amara constatazione forse corrisponde alla realtà della vita e dell'uomo; tuttavia io sarei meno pessimista. L'importante è che la gente legga ciò che scrivi e ci rifletta; non mi è mai piaciuta la mania di commentare a tutti i costi. E poi come posso pretendere dagli altri una cosa che neanch'io riesco più a fare?
      Un abbraccio

      Elimina
  11. Essere pessimisti non aiuta di certo....anche perché una volta capito "quale viaggio ci interessa veramente" non resta che proseguire.

    Non avendo nessun blog non esiste da parte mia pretesa di commenti,né tu puoi farti inutili colpe...

    Io adesso sono qui...poi sento di andare in altri posti... E sai una cosa?non riesco a spiegare con le parole questa forma di collegamento ...di unione con te e con altre persone ...non riuscirei mai con le parole a descrivere queste forti percezioni...ma posso dirti che quello che mi torna da queste onde è un senso di felicità.
    Buonanotte ....

    L.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie della tua presenza!!!
      Un bacione

      Elimina
  12. Mi sono trovata ad ascoltare questo brano che trovo molto bello...chissà magari spinta dal silenzio!
    Quando vorrai ascoltalo...ciao

    Nothingman Pearl Jam

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi è sempre piaciuto questo pezzo e l'intero album nel quale è contenuto.
      L'ho riascoltato volentieri.
      Grazie e non stare troppo in silenzio, mi raccomando!!!
      Un bacio

      Elimina
  13. ....dici che non devo stare *troppo*in silenzio,ma sai benissimo che solo dal silenzio si ottengono le risposte,... Quindi per me è irrilevante la durata...o forse è tanto più grande la scoperta che un giorno mi attende !!

    ....è un illusione anche questa?Chi può dirlo!

    Sapevo che era un brano che conoscevi e gradivi....colpa di quel troppo silenzio?

    L.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche se la mia preferita rimane "Black"!!!
      Buona serata

      Elimina
  14. L'ho ascoltata è resto dell'idea che sia più bella Nothingman!!!

    Questione di gusti...

    A te il cielo cosa ti dice?

    RispondiElimina
  15. A proposito di Black..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I can feel their laughter
      So why do I sear...

      Elimina
  16. So, so you think you can tell
    Heaven from hell?

    Blu sky from pain?
    Can you tell a green field
    From a cold steel rail?
    A simile from aveil ? Do you think you can tell?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Year after year. running over the same old ground. What have we found?
      The same old fears...

      Elimina
  17. You are not afraid of death
    but of a meaningless life!

    RispondiElimina