lunedì 11 giugno 2012

parole che fanno bene

"...prigionieri col terrore di essere liberati, di essere liberiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii
iiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii
iiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii"...

19 commenti:

  1. Credo che possa essere terrificanti rendersi conto del potere della parola libertà.
    Ciao Luigi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai ragione amica mia: la libertà comporta sempre un grande rischio!!!

      Elimina
  2. Evviva la libertà...un diritto di tutti!

    RispondiElimina
  3. Forse ti sei dimenticato una "i"??
    Scherzo... stasera sono di buon umore! Abbiamo finalmente pubblicato l'ebook di Niamh delle fate... e ci sei anche tu tra i ringraziamenti e i commenti citati! Dai un'occhiata qui:
    http://colorarelavita.blogspot.it/2012/06/ebook-gratis-niamh-delle-fate.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non finirò mai di ringraziarti!!!

      Elimina
  4. Bellissima canzone caro Luigi... si ha paura dello sconosciuto...

    AMARE COSTA
    Ha il prezzo elevato più delle cose che valgono.
    Costa mantenere la pazienza e dare fiducia.
    Costa dire: “Perdonami”, e anche: “Ti perdono”.
    Costa ammettere: “E’ colpa mia” e ricominciare.
    Costa fare ciò che non piace ma che l’altro vuole.
    Costa trattenere le lacrime quando piange il cuore.
    Costa sorridere quando l’umore è a terra.
    Costa a volte impuntarsi e volte cedere
    Costa confidarsi e ricevere confidenze.
    Costa condividere i dolori e sopportare i difetti.
    Costa cancellare le piccole ombre.
    Costa lo stare insieme ma anche la lontananza.
    Costa avere opinioni differenti ma anche dire: “Si”.
    Eppure a questo prezzo si genera l’amore vero e pieno!
    Gli spiccioli non servono per amare.
    Ci vuole un legno pesante come la croce
    che conduce ad una meravigliosa Risurrezione del cuore!

    Caro amico mi dispiace se non riesco a venirti a trovare più spesso, il tempo è tirano e non me lo permette.
    Ti auguro di cuore un domani migliore, che gli auspici che ti riservi si concretizzino, che tu possa sempre scorgere la luce alla fine di ogni tunnel, che tu sappia rialzarti se sei caduto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. parole vere e profonde Mirta!!!
      Grazie di cuore
      Un bacione

      Elimina
  5. Eccomi, sana e salva nonostante il tornado che ho visto dalla finestra (e menomale!).
    La libertà dai condizionamenti? Un'altra delle nostre illusioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non si sta più tranquilli nemmeno al Lido adesso!!!
      Un abbraccio

      Elimina
  6. Ciao carissimo Luigi, ma quanto abbiamo bisogno di parole che fanno bene!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. direi che ne abbiamo bisogno continuamente cara!!!
      Un abbraccione a te

      Elimina
  7. Bellissimo Luigi questo tuo post. Perché tutti abbiamo paura della libertà. Libertà vuol dire anche solitudine, vuol dire avere il coraggio di ogni azione passata e futura, vuol dire andare incontro all'ignoto.

    RispondiElimina
  8. per me questa canzone è particolarmente liberante Ambra, ma non saprei spiegare esattamente il perchè!!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  9. In effetti ascoltando il video, gli "i" ci sono eccome...Sono andata a cercarmi l'autore, perchè non conoscevo questa canzone e mi ha fatto piacere scoprirla. Non so dirti se mi piace (almeno al primo ascolto che non è mai determinante) però il testo è sicuramente inusuale. Da risentire, ciao Luigi e grazie per l'ascolto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono sicuro che ti piaceranno molto le sue canzoni cara!!!
      Buon week-end

      Elimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina